Come scegliere il nome di un figlio?

Condividi il post

Già, come si fa a scegliere il nome di un figlio?
Una delle prime cose a cui pensa una coppia quando scopre di aspettare un bambino è quello di pensare al nome da dare al bambino.

O alla bambina, se il fiocco sarà rosa!

Che significato hanno i nomi?

Il significato di un nome può dipendere dalla sua etimologia, oppure avere un significato culturale o simbolico. Pensiamo ad esempio a nomi come Elio, Selene, Luna, eccetera.

Oppure i nomi possono avere un’impronta storica, religiosa o linguistica, come ad esempio Cesare, Alessandro, Leonardo, Marco, Luca, Pietro, e via dicendo.

E poi i classici nomi biblici per le bimbe Anna, Elisa, Maria, ma anche Edna, Micol, Zara.

Altri nomi riflettono i valori, le credenze o le tradizioni di una particolare comunità o cultura, come Jasmine, Alyssa.

Altri che parlano di provenienze geografiche, come ad esempio Vasco, Barbara,  

Il significato di un nome può variare molto tra le diverse lingue e regioni. Può trasmettere qualità come forza, bellezza, saggezza o virtù come Alma, Diamante, Isotta.

 Spesso i genitori scelgono nomi associati a personaggi mitologici come possono essere Diana, Dafne, Artemisia, Atena.

Alcuni genitori danno importanza al significato del nome, mentre altri danno più importanza ad altri elementi come il suono o particolari gusti personali. Ad esempio come avrebbero voluto chiamarsi loro da piccoli.

Alcune volte sono ispirati alla natura coma Alba, Aurora, Dalia, Gemma, Marina.

In alcuni casi c’è ancora la tradizione di chiamare il nascituro come il genitore di uno dei due.  Qualche volta si mettono più nomi come omaggio ad un personaggio significativo della propria famiglia, come può essere stato un nonno, una nonna o degli zii o cugini che magari non ci sono più.

In alcune tradizioni si rispetta l’usanza di dare al bambino il nome del santo patrono, più per una questione di buon augurio forse che di reale devozione.

Il suono del nome gioca un ruolo importante

Una cosa è certa! Il  suono gioca un ruolo importante nella percezione e interpretazione complessiva di un nome. 

E così i due futuri genitori si divertono a fare le prove per vedere come il nome scelto suona ad alta voce, inclusa la sua pronuncia, la struttura delle sillabe e gli elementi fonetici. 

A volte un nome viene scartato perchè il suono evoca emozioni o associazioni, poco piacevoli.

Alcune coppie scelgono addirittura in base al numero delle sillabe, o alla presenza o meno di determinate consonanti o vocali. 

Oltre al nome è bello scegliere insieme come arredare la stanza dei bimbi

Ma non è dappertutto così. In alcune tradizioni come quelle tribali, il nome del bambino viene dato in base ad alcune caratteristiche che si notano alla nascita. Quindi ad esempio il nome può significare “nato di sera” oppure “luna”, “Nata nel periodo delle piogge”, eccetera.

Alcuni genitori hanno poi la fantasia di dare ai propri figli i nomi dei propri cantanti o attori preferiti: ad esempio Shikira, Rachel, eccetera.

Tutti i bambini hanno diritto al nome

Il nome, per un bambino è importante! È ciò che gli dà un’identità.

Si può scegliere il nome di un figlio come si vuole, ma in ogni caso ogni bambino ha diritto al nome secondo la legge.

Il nome lo distingue da altri.

Tutti bambini hanno diritto al nome secondo la legge. Meglio scegliere bene!

In più ci sono determinati nomi che non si posson dare come nomi di cartoni animati o nomi considerati ridicoli oppure offensivi.

Qualunque sia il nome del tuo bimbo o della tua bimba, una Tata Certificata Family+Happy lo pronuncerà con tenerezza e professionalità e darà a voi genitori l’opportunità di prendervi un po’ di riposo!

Mattere al mondo una vita è impegnativo ma dove c’è un genitore che ha bisogno di aiuto, Family+Happy risponde!

Richiedi un preventivo

Potrebbero interessarti anche:

No data was found

Hai bisogno di una tata entro 90 minuti?

Compila il form qui sotto, la nostra assistenza ti supporterà nella tua ricerca.

*il servizio è attivo dalle 9:00 alle 20:00