Cosa sono i tagli sicuri in svezzamento?

Condividi il post

Vediamo insieme cosa sono in tagli sicuri in svezzamento per il tuo bambino!

Attenzione mamma, quando parliamo di “tagli sicuri” per lo svezzamento non parliamo di una vera e propria ricerca

o di linee guida, non parliamo di regole venute fuori dopo vari studi ma semplicemente di indicazioni

da parte di chi si è posto il problema di esaminare dei cibi, e ne farlo si è chiesto:

com’è possibile diminuire il rischio di soffocamento nei bambini che si approcciano ai primi cibi veri?

Con veri intendiamo non omogenizzati, prime pappe varie, che non presentano il problema del taglio, ma il vero e proprio passaggio da cibi liquidi a cibi semisolidi.

Gli alimenti pericolosi

Secondo ministero della Salute, gli alimenti pericolosi presentano tutti simili caratteristiche di forma, consistenza e dimensioni.

Per quanto riguarda le dimensioni, sia gli alimenti piccoli (es. noccioline e semi) che quelli troppo grandi (es. grossi pezzi di frutta e verdura cruda) sono pericolosi in quanto, i primi rischiano di finire nelle vie respiratorie prima che il bambino riesca a morderli, mentre i secondi sono difficili da gestire durante la masticazione.

Quella tonda (es. ciliegie e uva) e quella cilindrica (es. wurstel e carote) sono le forme più pericolose poiché queste tipologie di alimenti, se aspirati, possono bloccarsi nell’ipofaringe ostruendo completamente il passaggio dell’aria.

Il Documento https://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2618_allegato.pdf

contiene delle raccomandazioni, a carattere nazionale, con specifici interventi concreti ed effettivamente realizzabili ed un set di regole principali per un “pasto sicuro”.

Uva, ciliegie, mozzarelline, carote, salsicce, wurstel, prosciutto crudo: sono tra i cibi che possono diventare più pericolosi per i bambini, che possono provocare soffocamento.

Ma andiamo a vedere tutto nel dettaglio.

Tagli sicuri: come deve essere proposto il cibo ai bambini in svezzamento

Cara mamma, il cibo che proponi al tuo bambino non deve solo avere le giuste caratteristiche nutrizionali

per la sua crescita, avere un sapore apprezzabile, essere divertente e presentato in modo che il tuo bambino sia invogliato a mangiarlo ma deve anche, e soprattutto, avere una giusta dimensione per lui.

E’ importante è vero che il bambino impari piano piano a deglutire, ma, d’altro canto

è molto importante PREVENIRE EPISODI DI SOFFOCAMENTO.

Ecco di seguito un elenco di accorgimenti da adottare nel taglio degli alimenti destinati ai bambini, per essere in sicurezza (tratto dal Poster elaborato dall’OMCEO “Taglio alimenti per bambini in sicurezza”, supportato dall’ANDID Associazione Nazionale Dietisti).

ALIMENTI SOLIDI E SEMISOLIDI

Gnocchi: evitare l’abbinamento a formaggi che potrebbero sciogliersi e creare l’effetto colla

Pasta: scegliere formati più piccoli

ALIMENTI APPICCICOSI O COLLOSI

Carne o pezzi di formaggio: tagliare in piccoli pezzetti

Prosciutto crudo: rimuovere il grasso, evitare la fetta intera che deve essere ridotta a piccoli pezzetti

Burro, formaggi densi: spalmare sul pane (evitare il cucchiaio)

Mela, pera: tagliare in pezzetti piccoli. Nel primo anno di vita del bambino, grattugiare

Pesca, prugna, susina: rimosso il nocciolo, tagliare in pezzetti piccoli, omogenizzare o frullare

Uvetta e frutta secca: tagliare in pezzetti piccoli

Da evitare: Caramelle gommose, gomme da masticare, marshmallows

ALIMENTI MOLLI O SCIVOLOSI

Uva: rimuovere i semi e tagliare gli acini nel senso della lunghezza

Ciliegia: rimuovere il nocciolo e tagliare in quattro parti

Wurstel: tagliare in quattro parti nel senso della lunghezza e poi in pezzetti più piccoli. Evitare il taglio trasversale (a rondella)

Mozzarella: tagliare in piccoli pezzetti; evitare di aggiungerla come ingrediente a piatti caldi (quando fonde può inglobare altri componenti)

Pomodorini e olive: tagliare in quattro parti ed eventualmente In pezzetti più piccoli

Kiwi: tagliare il frutto nel senso della lunghezza e poi ricavarne pezzetti più piccoli (evitare il taglio a rondella)

Da evitare: caramelle gelatinose

ALIMENTI DURI O SECCHI

Carote: tagliare Nel senso della lunghezza e poi in pezzetti più piccoli. Evitare il taglio trasversale (a rondella)

Finocchio crudo, sedano: eliminare filamenti e tagliare in piccoli pezzi

Arachidi, noci e frutta a guscio: Sminuzzare in piccoli pezzi

Da evitare: popcorn, caramelle dure, frutta candita, confetti

Tagli sicuri in svezzamento: i cibi da evitare

Ci sono però alcuni alimenti che andrebbe proprio evitati durante lo svezzamento e più in generale
prima dei 4-5 anni, quando cioè i bambini hanno tutti i denti e hanno imparato bene come si mastica.
si tratta della frutta a guscio intera (noci, nocciole, noccioline…) ma anche di popcorn, gomme da masticare e caramelle di ogni tipo. 

È inoltre consigliato ai genitori di osservare durante i pasti i bimbi,
insegnando loro a mangiare da soli concentrandosi sul cibo ed evitando altre attività in contemporanea, così da focalizzare l’attenzione solo sulla masticazione.
E’ importante non perdere mai di vista il bambino quando mangia, per verificare che faccia porzioni adeguate e soprattutto di cibi che non siano pericolosi.

A tal proposito, cara mamma, se hai bisogno di lasciare il tuo bambino in totale sicurezza, tutte le Babysitter di Family+Happy sono certificate col protocollo in 3 step , di cui uno step fondamentale è proprio quello della disostruzione pediatrica. Per saperne di più, richiedi ora un preventivo gratuito!

Potrebbero interessarti anche:

No data was found

Hai bisogno di una tata entro 90 minuti?

Compila il form qui sotto, la nostra assistenza ti supporterà nella tua ricerca.

*il servizio è attivo dalle 9:00 alle 20:00