Metodo Montessori a casa?

Condividi il post

Metodo Montessori a casa?

Si, sempre più genitori adottano il sistema educativo dell’educatrice, neuropsichiatra infantile e medico Maria Montessori.

Al di là quindi della scelta dei genitori di scegliere una scuola che segua questo metodo educativo,

anche a casa riportano i fondamenta di questa educazione e quando devono affidare il loro bambino ad una tata o babysitter, ricercano persone che siano preparate al riguardo.

Ma andiamo per gradi.

Cosa dice esattamente il Metodo Montessori?

Il metodo si basa principalmente sulla libertà che viene lasciata ai bambini.

Libertà di scegliere i giocattoli o gli strumenti che preferiscono utilizzare, in quanto

ogni esperienza per loro rappresenta un’occasione di apprendimento.

In particolare, parliamo di un sistema educativo utilizzato fin dalla fascia d’età 0/3 anni,

perché è dal momento in cui il nostro bambino nasce che si mettono le radici della sua educazione.

Il metodo Montessori per neonati è molto incentrato fondamentalmente sulla questione della nanna.

La Montessori credeva che il pianto di un bambino neonato è l’unico modo che ha, alla sua età,

di esprimere ciò che sente o per cercare un contatto fisico, quindi non bisogna disperare

ma accogliere il pianto.

Importanti sono i rituali della buona notte.

Non importa se sono ninne nanne, canti o lettura delle favole, l’importante è ripeterli ogni sera

per creare un’abitudine che trasmette al bambino sicurezza e tranquillità.

Metodo Montessori: Il gioco

Maria Montessori diceva che i bambini piccoli giocano e scoprono l’ambiente circostante con le mani,

ed è quindi importante proporre loro giochi che richiedono manualità.

Lasciarli liberi di esplorare col tatto, e di conoscere come sono fatte le cose.

Secondo Maria Montessori, “il gioco è il lavoro del bambino” e ciò vuol dire che affinché il bambino impari, cresca e affini le sue abilità, è importante che giochi con cose semplici, adatte alla sua età.

Inoltre, fin da quando il bambino è piccolo, fondamentale è che i suoi giochi vengano

suddivisi e sistemati in modo che lui possa raggiungerli facilmente quando vuole

e soprattutto farlo in piena autonomia.

Le parole chiave, quindi, della pedagogia Montessoriana sono:


– Libertà
– Autonomia
– Autoapprendimento

Attenzione! Ciò non vuol dire che il bambino venga educato senza regole, ma semplicemente viene lasciato libero di scegliere una determinata cosa in un determinato momento.

Solo così il bambino imparerà ad assorbire informazioni dall’ambiente circostante.

Come deve essere una tata o una babysitter che conosca i pilastri del Metodo Montessori ?

Conoscere l’educazione Montessoriana è senza ombra di dubbio, oggi, un valore aggiunto enorme,

per una babysitter.

Cosa dovrebbe fare una babysitter Montessori?

Una babysitter ‘Montessori’ dovrebbe essere sempre in grado di accogliere i sentimenti del bambino e aiutarlo a comunicare. Per farlo è utile nominare ad alta voce e identificare empaticamente i sentimenti del bambino, spiegarglieli, e ad aiutarlo a comprendere che è sempre giusto dar voce a ciò che si prova, piuttosto che sopprimerlo.

Tra le attività che la babysitter montessoriana può proporre, ci possono essere le attività della vita pratica, come apparecchiare, spolverare, allacciare, vestirsi e lavarsi da soli…

O anche le attività di motricità fine, per bambini entro l’età prescolare, come infilare, fare travasi solidi e liquidi, manipolare, impastare, tagliare, incollare

Manualità col Metodo Montessori a casa

Metodo Montessori a casa

Nelle attività da fare in casa è quindi importante coinvolgere i bambini per aiutarli a sviluppare le loro abilità e autonomie: la preparazione la merenda, apparecchiare e sparecchiare la tavola, spolverare, stendere il bucato, riporre i vestiti negli armadi….
Queste sono tutte attività domestiche che piacciono tanto al bambino che si sentirà valorizzato e “in grado di…”

Mother playing with her baby – education methods concept

E tu, cara babysitter, hai già avuto modo di guardare da vicino il Metodo Montessori?

Come abbiamo detto all’inizio dell’articolo, oggi, sempre più genitori cercano babysitter che sposino questo tipo di educazione e che sappiano quindi applicarla!

Ecco perché tutte le babysitter che entrano a far parte di Family+Happy vengono formate anche sotto questo aspetto, oltre al corso di disostruzione pediatrica e quello sull’intelligenza emotiva!

Entra a far parte di Family+Happy! Scopri tutti i nostri corsi per diventare una Babysitter certificata Family+Happy!

Potrebbero interessarti anche:

No data was found

Hai bisogno di una tata entro 90 minuti?

Compila il form qui sotto, la nostra assistenza ti supporterà nella tua ricerca.

*il servizio è attivo dalle 9:00 alle 20:00